Max Payne 3 è un videogioco del genere sparatutto in terza persona sviluppato da Rockstar Vancouver e pubblicato da Rockstar Games in USA il 15 maggio 2012 e in Europa il 18 maggio dello stesso anno per PlayStation 3 e Xbox 360. Su PC il gioco è uscito il 1º giugno 2012. La colonna sonora è stata curata dagli Health e riprende alcuni temi della colonna sonora degli altri due capitoli, entrambe composte da Kärtsy Hatakka e da Kimmo Kajasto. Questo è il primo capitolo della serie di Max Payne a non essere sviluppato dalla casa videoludica finlandese Remedy Entertainment ed a non essere scritto dal creatore della serie Sam Lake. Nonostante questo la Remedy Entertainment ha supervisionato il videogioco. È inoltre il primo titolo della serie ad avere una modalità multiplayer online e il primo non doppiato in italiano. La versione per Xbox 360 occupa due DVD. Su PC supporta le Directx 11 e il 3D



 

 

PELATO È BELLO

Rockstar Games unisce le sue sedi per lavorare su uno dei franchise action più celebri della scorsa decade, con l’obiettivo di renderlo attuale e conferirgli l’inconfondibile stile della casa
Ci sono tanti modi per reagire alla perdita dei propri cari. Nel caso di Max Payne, il brutale omicidio di sua moglie e sua figlia hanno trasformato un poliziotto onesto e ligio alle regole in una sorta di psicotico giustiziere della notte, una forza della natura in cappotto di pelle capace di trovare conforto solo piazzando qualche pallottola in testa a criminali come quelli che gli hanno distrutto la famiglia. Col passare degli anni però, anche il fuoco più ardente finisce per spegnersi, subentra la rassegnazione ed è appunto un Max Payne rassegnato quello di cui facciamo la conoscenza nell’atteso terzo episodio della serie, sviluppato da Rockstar Studios anziché da Remedy. Un passaggio di testimone che implica cambiamenti profondi nella natura del prodotto, trovatosi a doversi conformare allo “stile Rockstar” pur senza perdere la propria natura di shooter in terza persona estremamente spettacolare e con un alto tasso di adrenalina. Dicevamo della rassegnazione: Max la conosce bene e ormai la sua vita è una sorta di limbo in cui si perde la cognizione del tempo, con le serate che si susseguono, scandite dall’alcol e dalle pillole. Le cose non cambiano quando Passos, presunto vecchio compagno d’accademia di Payne, lo trova in un bar del New Jersey e lo convince, seppure al termine di alcune fasi piuttosto concitate, che lasciano poco spazio per decidere a mente fredda, a lavorare insieme a lui come guardia del corpo per gente ricca e famosa, in particolare per l’importante famiglia Branco, che cura i propri affari in giro per San Paolo, in Brasile. Scenario differente ma situazione di fondo identica, e così Max non fa che svolgere il proprio lavoro completamente sbronzo, per poi finire l’opera una volta tornato nel proprio appartamento, tenendo in mano la foto della sua defunta moglie mentre trangugia whisky fino a perdere i sensi e trovare, alfine, il tanto anelato abbraccio di Morfeo. La decadenza del protagonista sarà via via crescente e ben rappresentata grazie a una narrativa fatta di costanti flashback e flashforward, in cui ci troveremo a rivivere e giocare periodi antecedenti l’incarico in Brasile ma sempre successivi a quanto raccontato nei primi due Max Payne, con soltanto pochi richiami al travagliato passato del protagonista, così da non inibire il coinvolgimento di chi magari non conosce le origini della serie. E in questo continuo gioco di rimandi è la figura del nostro vendicatore a bucare letteralmente lo schermo, grazie a un carisma invidiabile e a una vera e propria progressione estetica, in grado di rappresentare alla perfezione la disperazione di una figura umana estremamente combattuta interiormente perché in grado, all’apparenza, di portare soltanto morte e distruzione.

ARMATO E UBRIACO

Occuparsi della sicurezza per una famiglia facoltosa in uno scenario come quello di San Paolo, dove la linea di demarcazione fra ricchi è poveri è incredibilmente netta, non è un’impresa semplice come Passos voleva farci credere. E ben presto la situazione comincia a precipitare: appare chiaro che qualcuno ha preso di mira i tre fratelli Branco e la moglie di quello maggiore; e non si tratta di banditucoli delle favelas, bensì di gente ben organizzata, armata fino ai denti e con le spalle coperte. La perenne ubriachezza di Max finisce per svolgere un preciso ruolo nel quadro della direzione artistica del gioco, assolutamente eccellente, con le immagini che sovente si sdoppiano per qualche istante e ci danno l’idea di come questo personaggio, distrutto dagli eventi personali, dalla guerra con le gang e dall’avanzare dell’età, si trascini nonostante tutto e sia ancora capace di dare del filo da torcere a un piccolo esercito di guerriglieri incappucciati. Il bullet time è sempre lì, vero e proprio marchio di fabbrica della serie, ed è a nostra disposizione con il classico indicatore dell’adrenalina che si riempie col passare dei secondi, rimanendo in copertura se sottoposti al fuoco nemico e uccidendo gli avversari. Si attiva manualmente con la pressione dell’analogico destro nella configurazione di default, oppure in automatico attivando il cosiddetto shootdodge, ovvero facendo tuffare Max in qualche direzione con la pressione del dorsale destro. Si entra nel bullet time anche subendo un colpo mortale ma avendo a disposizione ancora almeno un antidolorifico: in questa situazione avremo pochissimi secondi per colpire chi ci ha ferito a morte e, se dovessimo riuscirci, Max assumerà in automatico un painkiller per ritornare al centro dell’azione come se nulla fosse. Spesso e volentieri, comunque, sono gli eventi stessi a innescare il ralenti, grazie a uno scripting in grado di proporci sequenze fra le più spettacolari che si siano mai viste in un action game, che non finiscono mai per essere banalizzate come accadeva talvolta negli episodi curati da Remedy. Il differente spessore della produzione, ora passata nelle mani di Rockstar, si nota anche in questi frangenti. E così Max si lancia da un tetto per colpire al volo un bandito che tiene in ostaggio una persona, oppure sfonda una vetrata per cogliere un manipolo di criminali di sorpresa, o ancora si lancia su di un carrello per centrare una sfilza di avversari appostati nell’edificio di fronte a quello in cui si trova e, come se non bastasse, lo vediamo precipitare da una balaustra in un magazzino, rallentato soltanto da una catena, mentre scarica decine di caricatori sui poveri malcapitati più in basso. Talvolta questi momenti non perdonano, nel senso che non è possibile sbagliare pena il game over. Si tratta certamente di una soluzione che vi porterà a sperimentare nuovi e più articolati modi per citare qualche dinività, ma che a conti fatti si rivela assolutamente in linea con le decisioni prese dagli sviluppatori anche in altri settori. Tra l’altro, molto spesso non c’è neanche il tempo di esplorare liberamente le aree di gioco, ripulite con grande fatica, alla ricerca dei numerosi collezionabili e indizi in grado di dire qualcosa di più sulla storia, visto che sovente ci ritroveremo a inseguire personaggi o a scortare Passos o qualcuno della famiglia Branco, e non proseguire con una certa celerità vorrà dire vedere morto il nostro alleato.

FONTE:multiplayer

max payne 3 codex max payne 3 reloaded max payne 3 download pc max payne 3 cracker max payne 3 torrent download max payne 3 pc game download max payne 3 torrent 3dm games  max payne 3games torrent max payne 3 dlc max payne 3 conversione ita max payne 3 italianomax payne 3  skidrowreloadedmax payne 3download black box max payne 3 for pc torrent max payne 3 iso max payne 3 pc full max payne 3 no steam max payne 3 recensione max payne 3 requisiti di sistema max payne 3 download full game max payne 3 cpy smax payne 3 codexmax payne 3 password per pc max payne 3pc rar password max payne 3 free download max payne 3 download gratis

Requisiti di sistema per Max Payne 3 PC

Specifiche di sistema per Max Payne 3 PC

SPECIFICHE PIÙ BASSE TESTATE
Windows 7/Vista/XP (32 o 64 bit)
Intel Dual Core a 2,4 GHZ o AMD Dual Core a 2,6 GHZ o superiori
2 GB di RAM
NVIDIA® GeForce 8600 GT 512 MB di RAM
o AMD Radeon™ HD 3400 512 MB di RAM

SPECIFICHE MINIME CONSIGLIATE
Windows 7/Vista/XP (32 o 64 bit)
Intel Dual Core a 3 GHz o equivalente AMD
3 GB di RAM
NVIDIA® GeForce 450 512 MB di RAM
o AMD Radeon™ HD 4870 512 MB di RAM

SPECIFICHE ALTE CONSIGLIATE
Windows 7/Vista (32 o 64 bit)
Intel i7 Quad Core a 2,8Ghz o equivalente AMD
3 GB di RAM
NVIDIA® GeForce 480 1 GB di RAM
o AMD Radeon™ HD 5870 1 GB di RAM

SPECIFICHE MASSIME TESTATE
Windows 7/Vista (64 bit)
Intel i7 3930K 6 Core a 3,6 GHZ
o AMD FX8150 8 Core a 3,6 GHZ
16 GB di RAM
NVIDIA® GeForce® GTX 680 2GB di RAM
o AMD Radeon™ HD 7970 3GB di RAM

Altri requisiti
Spazio libero su disco: 35 GB
Scheda audio: 100% compatibile con Direct X 9.0 – compatibile con il supporto al Dolby Digital Live di Direct X 9.0

Per l’attivazione iniziale sono necessari una connessione a Internet e un account valido del Social Club di Rockstar Games (riservato ai maggiori di 13 anni); per giocare online bisogna eseguire l’accesso al Social Club di Rockstar Games (riservato ai maggiori di 13 anni); è necessaria l’installazione di software come GameShield® IronWrap®, DirectX e Microsoft Visual C++ 2008 SP1 Redistributable Package (x86).

Per informazioni aggiornate sulla compatibilità, consulta il produttore del tuo hardware e la pagina www.rockstargames.com/support. Alcune componenti come i chipset dei portatili, i chipset integrati e le schede video AGP potrebbero risultare incompatibili. Le specifiche non presenti in elenco potrebbero non essere supportate.

maxpayne3-weapon-the1911-01-1280_jpg_640x360_upscale_q85 page3-02_jpg_640x360_upscale_q85 page3-03_jpg_640x360_upscale_q85 rsg_mp3_multi_041_jpg_640x360_upscale_q85

L’acquisto del gioco sul nostro sito vi indirizzerà ad una pagina di Amazon, quindi acquisterete lì il prodotto. La differnza è che acquistandolo da qui otterrete dei punti riutilizzabili per vincere premi su Amazon e tanto altro.

L’acquisto del gioco vi permetterà innanzitutto di giocare online, cosa che un gioco scaricato in quanto non originale non vi permetterà di fare, sosterrete gli sviluppatori, ed eviterete qualasiasi problema riscontrabile nel gioco non originale
“Il consiglio che vi diamo è di avere già un account Amazon, se non lo avete registratevi da qui e poi premete sul tasto compra qui in basso; una volta reindirizzati alla pagina Amazon cliccate su Aggiungi al Carrello e procedete con l’acquisto
Acquista

COME SCARICARE E INSTALLARE MAX PAYNE 3 PER PC IN ITALIANO

  1. Nel caso non disponiate di Utorrent scaricatelo dal seguente link: Utorrent Download
  2. Prima di iniziare con l’installazione disabilitate il vostro anti-virus e scollegatevi da internet per evitare eventuali problemi
  3. Scaricate il gioco dal seguente link: Max Payne 3.Torrent
  4. Estraete i file
  5. Installare il gioco dal setup
  6. Applicare la crack, scaricarla da qui: Max Payne 3 Crack
  • Se non sapete come si applica la crack di un gioco guardate come farlo da qui



Author ALESSIO96
Published
Views 858

Comments

Leave a Reply

No Comments ;(